La cartolina "Marca Liotru" dell'aggiornamento. Impostala come sfondo desktop o inviala a un amico lontano.   

 

 

Dall'Etna, sulla vetta di questa meraviglia senza tempo, ogni pensiero tetro si arrende e si sgretola come la materia appena sfiorata dalla lava. La Sicilia dovrebbe essere raccontata molto di più per l'unicità di quello che propone piuttosto che per i suoi dolori mai perdonati.
Il Mare. La Terra. Il Cielo. Il Fuoco. La Neve. Tutto si tiene per mano e si mischia in 20 chilometri di segreto turbamento, avvolgendo i sensi in un percorso che non concede ripensamenti. Ti succede di perderti, di non capire più perché arrivasti qui. Ma qui dove? Tra le vette del mondo o nel pieno del calore mediterraneo.
I riferimenti sono troppi: il profumo delle pinete, dei vigneti e dei funghi porcini, di neve fresca e salsedine, di olio abbronzante e cucina casereccia, di nord e di sud insieme, di Grecia e di Roma, di Cristo, di Islam, stuzzicano la fantasia mentre ancora non hai compreso come sia possibile. Come faccia tutto a stare insieme. Dove altrove esiste questo intreccio a portata di mano. La bellezza delle donne. L'onestà degli uomini quando conoscendoli ti accorgi dell'amore sconfinato, ma sempre trattenuto, che provano per il loro tesoro. Per il loro territorio. Nulla viene sfruttato come si dovrebbe forse, quanto si potrebbe. Vorresti si facesse di più, e più alla svelta, in ogni campo del turismo, ma i pochi giorni qui ti lasciano il dubbio che sia meglio così. Che opere e ricchezze naturali tanto uniche nel mondo occidentale possano essere ancora solo tue, per una una volta, in una notte soltanto. La notte dei desideri. Grazie Sicilia.

Cesare Cremonini.

 

 

 

 

 

 

 

IL CALENDARIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito è contro ogni forma di violenza e/o volgarità, quindi anche alla portata dei bambini. Si precisa, inoltre, che qualsiasi  materiale  presente è stato riportato solo a scopo di divulgazione culturale. Qualora questo provochi ugualmente dei risentimenti, prego di volermi scrivere per provvedere immediatamente a rettificare eventuali imprecisioni ed omissioni ovvero a rimuovere il file testo, grafico o sonoro "offeso". Non si intende, in ogni caso, infrangere le norme vigenti in materia. Da parte mia nulla osta al prelievo di testi o immagini; chiedo soltanto di citare la fonte di provenienza e di non ritagliare le foto per poi "taroccarle". PER UNA MIGLIORE VISIONE, SI CONSIGLIA UNA RISOLUZIONE A PARTIRE DA 1280 PIXEL.

 

  Mimmo Rapisarda