Rinnovata la pagina dedicata alla ristorazione catanese.

Questo aggiornamento è un augurio, un auspicio per quando ritorneremo al 100 % alla libertà e potremo sederci ai tavoli senza maschere, barriere, restrizioni e lo spauracchio delle sanzioni. E' una sorta di "siamo pronti" .

Ho tentato di far da guida alla ristorazione catanese, ma non è stato facile. Quello che si vede è solo una piccola parte di quello che c’è; spesso ho dovuto rincorrere le pagine per modificare il locale appena riaperto o chiuso definitivamente, soprattutto per il Covid.

Anche l'informazione multimediale dei locali è cambiata e in molti hanno abbandonato i domini internet  preferendo i più semplici profili Facebook, economici e facili da gestire ma soprattutto più visitati.

Qui mangiare è quasi una religione, vivo in un città in cui è impensabile cenare con un brodino di pesce o un uovo alla coque, oppure pranzare con un’insalata. "Non sia mai! Ma chi fa, non mangi? Mbare, hai problemi? To mugghieri ti lassau?" Un giorno un mio amico da poco a Catania mi chiese un consiglio su dove mangiare a Catania con alcuni suoi colleghi. Subito! Gli passai le informazioni e poi mi rispose “ti confesso di essermi confuso, meglio una pizza a casa vedendoci la partita!”

Sono 14 pagine e a ciascuna corrisponde una zona di Catania e provincia. Solo passione e voglia di promuovere la mia terra, quindi se i ristoranti sono stati segnalati vuol dire che se lo meritano. Probabilmente ne avrò dimenticato qualcuno, in tal caso segnalatemi eventuali omissioni o inesattezze.
 

Clicca sulle zone che scorrono sotto il mouse  col mouse, oppure sui bottoni sottostanti.

 

Alla faccia della crisi, qui a Catania se non si prenota prima (parlo di giorni feriali) si rischia di rimanere ad aspettare un’ora in piedi all’ingresso, anche alle due del mattino.

Troppo, troppo cibo. Vedo che i ragazzi, anche quelli più piccoli e di qualsiasi ceto sociale, si abbuffano di quintali di calorie che bene non faranno alla loro salute, dopo qualche anno. Già li vedo adesso, giovanotti obesi e ragazze cicciotte con le pance in fuori che mangiano brioches con monumentali aggiunte di gelato e panna. Come avranno le arterie e le coronarie quando avranno trent’anni? Per non parlare di dolci, gelati, granite e divorate a colazione che solo questi basterebbero fino alla sera, per numero di calorie.

Capisco che la tentazione è tanta, perché Catania è una specie di Sodoma e Gomorra dei buongustai, però i suoi abitanti ingurgitano troppi carboidrati, troppo amido e quindi troppi zuccheri. Troppo golosi di carne rossa, soprattutto di cavallo. Poi si beve parecchio, qui non c’è solo il famoso seltz limone e sale.

Ad ogni cento metri spunta fuori una rosticceria, una tavola calda (number one in the world), una crespelleria, una nutelleria, una yougurteria, una pizzoleria, una scacciataria, una patatineria, tutte camuffate dentro una nebbia che fa sembrare di essere avvolti dalla Pianura Padania. Niente di tutto questo, è il fumo delle strade dell’Antico Corso dell’arrusti e mangia! Sarà una tradizione che ci hanno lasciato gli antichi romani, ma lo street food è una cosa che abbiamo nel sangue.

 

 

Probabilmente avrò dimenticato qualcuno, in tal caso segnalatemi eventuali omissioni o inesattezze.

Ristoratore, ti chiedi perchè faccio tutto ciò? Per promuoverti e, quindi, per promuovere la nostra terra. Dimenticavo: è gratis.

  mimmorapisarda@gmail.com

 

Mangiare bene a Catania non è per nulla complicato: qui si trovano alcuni dei piatti più buoni di tutta la Sicilia. Tra le ricette più conosciute domina l'insalata di mare con polpi, gamberi e occhi di bue, i masculini marinati (ovvero le alici marinate in olio e limone), le acciughe salate, gli occhi di bue arrostiti sul carbone e la pepata di cozze. Una cucina a base di mare dunque.

 Ecco che il pesce si presenta negli antipasti, nei primi (come nella pasta con il muccu, ovvero con i pesciolini neonati, giusto per fare un esempio) e nei secondi piatti. Diffusissima è la frittura di pesce, il pesce alla carbonella (soprattutto per le specie come orate, saraghi e dentici).

Ma non dovete pensare che la cucina sicula si fermi qui: nei tanti ristoranti di Catania sarà possibile gustare alcuni piatti famosissimi in tutto il mondo, come la pasta alla Norma preparata con pomodoro, melanzane fritte e ricotta salata grattugiata.

E ancora la pasta 'ncaciata, fatta con cavolfiori, acciughe e olive, la parmigiana, la caponata con melanzane e pomodori, l'insalata di arance e i piatti misti di verdura cotta.

 E come dimenticare i famosi arancini (ovvero le palle di riso ripiene nei modi più variegati), le crespelle salate, la siciliana (una pasta fritta con tuma e acciughe) e la schiacciata, con acciughe o con le verdure.

 Non va dimenticata poi la pasticceria siciliana, una delle più rinomate in tutta Italia: chi ama il dolce non saprà resistere ai prelibati cannoli di ricotta con cioccolato fondente o frutta candita, la frutta martorana (una pasta di mandorle con frutta colorata), i biscotti della monaca con strutto, latte e aromi e i tanti torroni e torroncini che vengono prodotti in questa zona. Gelati e granite completano poi il quadro dei dessert catanesi.

 Per quanto riguarda il bere, è il vino rosso dell'Etna a farla da padrone. Molto amato è anche il seltz al limone, una bibita fresca preparata con sale, limone spremuto e seltz. Tipico di Catania, inoltre, è il latte di mandorla amato dai più piccini e dagli adulti.

http://www.logitravel.it/guida-turistica/mangiare-catania-359_2.html

 

 

 

ALCUNI LOCALI DOVE PUOI TROVARE LA GASTRONOMIA

CATANESE "OLTRE STRETTO" 

Milano Roma Londra Biella Basilea
Rotterdam Roma Torino Milano Vienna
Roma New York - Ibiza New York Milano Firenze

        GIOVANNI'S, Londra - 10 Goodwins Ct, Covent Garden - Menu & Prezzo ...

VUOI RIGUARDARE LO SPOT DI QUESTA PAGINA?

 

 

 

 

 

 

 

Dream A Little Dream